Pneumatici per macchine operatrici: come fare a sceglierli?

Pneumatici per macchine operatrici: come fare a sceglierli?

19/07/2018 Non attivi Di budapneumatici

Scegliere i perfetti pneumatici per macchine operatrici è importantissimo per chi deve guidare nel migliore dei modi un mezzo mastodontico come il trattore. È bene specificare, però, che questo tipo di gomme si differenziano di molto dai classici pneumatici sia per quanto concerne la pressione, il peso che la loro struttura.
Ebbene, proviamo a capire meglio di cosa stiamo parlando, iniziando a definire da cosa sono prettamente composti gli pneumatici per macchine operatrici.

Pneumatici per macchine operatrici: composizione

Gli pneumatici per macchine operatrici sono composti da 3 elementi cardine:

  • Battistrada, che come sappiamo, permette l’ottimale tenuta del mezzo sia in condizioni di maltempo che durante la normale guida del veicolo;
  • Talloni, che collegano la gomma al cerchio attraverso una serie di filamenti di acciaio;
  • La carcassa, cioè l’intera struttura dello pneumatico composto dalle tipiche fasce che ne compongono il tessuto in gomma.

LEGGI ANCHE: Come leggere uno pneumatico: guida passo passo

Scegliere pneumatici per macchine operatrici: considerate la pressione

La pressione rappresenta un elemento cardine che può influenzare la tenuta ed il buono stato di uno pneumatico. Difatti, una pressione troppo bassa rischia di usurare precocemente e poco uniformemente la gomma mentre una troppo alta la può rendere ancor più difficoltosa la tenuta del mezzo. Uno pneumatico per trattore necessita di una pressione pari a 1 bar se lavora nei campi, mentre di 1,6 per il mezzo che transita sulla strada. Ovviamente, leggete sempre il libretto di circolazione del veicolo per avere la certezza di acquistare la gomma dalla pressione più idonea per il vostro mezzo.

LEGGI ANCHE: Come cambiare la gomma della macchina in modo sicuro

Pneumatici per macchine operatrici: radiali e diagonali

Quando si sceglie lo pneumatico per macchine operatrici, ci si può trovare davanti a due opzioni: gomma radiale o gomma diagonale. La prima serve a tenere il mezzo in modo sicuro e soprattutto ne incrementa le prestazioni e la forza mentre la seconda evita le fastidiose vibrazioni durante la guida, sono meno rumorosi ma senza rischiare di comprometterne la stabilità. Come scegliere, quindi? Certamente sulla base delle proprie esigenze ma soprattutto del veicolo che si andrà a guidare.