Pneumatici ecologici: cosa sono e come funzionano

Pneumatici ecologici: cosa sono e come funzionano

05/06/2019 Non attivi Di budapneumatici

Anche nel mercato delle gomme auto e moto è possibile optare per la variante green, rappresentata dai sempre più diffusi pneumatici ecologici. Ma cosa sono e come funzionano le gomme ecologiche? Vale la pena valutare il loro acquisto. Ecco tutto ciò che devi sapere sul loro utilizzo, vantaggi e svantaggi.

LEGGI ANCHE: Gomme ricostruite per auto: cosa sono, come riconoscerle, sono sicure?

Pneumatici ecologici: cosa sono

Generalmente, con la dicitura pneumatici ecologici si fa riferimento a diverse tipologie di gomme per auto, moto e altri veicoli, realizzati con materiali biodegradabili e che, dunque, non incidono – o incidono in misura nettamente inferiore a quelli tradizionali – sull’ambiente. Superata una fase iniziale di scetticismo, la variante ‘verde’ delle gomme sta prendendo via via sempre più piede, al punto che, oggi, il 10% dei veicoli in Italia montano ruote eco-sostenibili. Il settore è in crescita anche grazie a continui perfezionamenti tecnici, che hanno portato a un sensibile miglioramento delle performance di tali gomme in termini di durezza, resistenza e di energia dissipata.

Pneumatici ecologici: tipologie

Parlando di gomme ecologiche si fa riferimento a un insieme non meglio definito. Sul mercato, infatti, esistono diverse varianti del pneumatico green. Tra le tipologie di gomme ecologiche esistenti, una tecnologia in via di sperimentazione negli ultimi tempi è rappresentata dalle gomme al tarassaco, dette anche Taraxagum. Altra variante è rappresentata dalle gomme ai cereali, nelle quali cereali e barbabietole sostituiscono il butadiene, idrocarburo a forte incidenza sull’ambiente. Infine, una menzione anche per le gomme al mais, ancora in fase di sviluppo, nelle quali l’amido di mais dovrebbe andare a sostituire, in parte, il nerofumo e la silice.

Pneumatici ecologici: cosa sono esattamente

Oltre alle futuribili varianti di gomme biodegradabili, in un senso più largo gli pneumatici ecologici sono quelle gomme composte da miscele che garantiscono una minore dispersione energetica (di almeno il 20% rispetto alle sintetiche) e una maggiore aerodinamicità, con conseguente abbattimento dei consumi di carburante (e dunque di anidride carbonica).

LEGGI ANCHE: Pneumatici ribassati: vantaggi, svantaggi ed utilità

Pneumatici ecologici: vantaggi e svantaggi

Si stima che una diminuzione del 10% della resistenza al rotolamento permette di ridurre del 2% il consumo di carburante. I test effettuati sulle gomme al tarassaco, già in commercio, hanno messo in evidenza come il risparmio economico sia effettivo e misurabile. Altro vantaggio, come facilmente intuibile, sta in una riduzione significativa dell’impatto sull’ambiente, sia per ciò che concerne le emissioni di anidride carbonica e sia in relazione al successivo smaltimento. Di contro, va considerato come si tratti di una tecnologia ad oggi ancora in fase di sviluppo e che non è giunta a piena maturazione. In ogni caso, il suo acquisto è consigliabile.