Pneumatici tubeless: cosa sono e come funzionano

Pneumatici tubeless: cosa sono e come funzionano

10/05/2019 Non attivi Di budapneumatici

Gli pneumatici tubeless sono particolari gomme per auto e moto che, a differenza di quelle tradizionali, non sono dotate di camera d’aria interna. Con gli pneumatici tubeless, infatti, sono i componenti di acciaio e di gomma che compongono la struttura della ruota a trattenere l’aria all’interno del copertone, impedendone la fuoriuscita in modo ermetico.

LEGGI ANCHE: Pneumatici tubeless o camera d’aria? Differenze e peculiarità

Pneumatici tubeless: cosa sono

Gli pneumatici tubeless sono stati realizzati per la prima volta nel 1930 dagli sviluppatori della Michelin, che brevettarono in modo pionieristico una gomma con camera d’aria incorporata; nel 1946, la BF Goodrich produsse il primo prototipo privo di camera d’aria. A differenza degli pneumatici classici, i tubeless sono dotati di sola struttura esterna, senza camera d’aria. Ovviamente, tale struttura necessita di essere sorretta mediante un altro tipo di tecnologia: per tale ragione, lo scheletro della gomma è sorretto da trame che danno solidità e assetto alla gomma e che sono solitamente composte in acciaio. La carcassa, ovvero la parte più resistente della gomma, è costituita da intrecci di nylon e garantisce la giusta resistenza alla pressione dell’aria.

Pneumatici tubeless: vantaggi e svantaggi

Il principale vantaggio della gomma tubeless sta nella gestione delle forature, che si traduce in una maggiore sicurezza durante la percorrenza; le soluzioni senza camera d’aria, infatti, presentano una più alta capacità di trattenere al proprio interno l’oggetto, limitando l’eccessiva dispersione dell’aria e garantendo una più efficace resistenza. Il maggiore standard di sicurezza proposto dalla gomma tubeless sta anche in un minore attrito di rotolamento, che permette al battistrada di abbassare il livello di usura. Di contro, le gomme tubeless, una volta usurata, rischiano di esplodere durante la guida: per tale ragione, è bene controllare di frequente lo stato di conservazione della gomma e assicurarsi che non siano presenti graffi o fori; in caso contrario, occorre procedere alla sua tempestiva sostituzione. Altro aspetto a cui prestare attenzione è la scarsa aderenza del cerchio: si consiglia di controllare periodicamente che esso sia per saldo sulla gomma.

Pneumatici tubeless: il kit

Altro punto di forza degli pneumatici tubeless è nella possibilità di riparare un danno al copertone utilizzando lo specifico kit fai da te, grazie al quale è possibile sistemare abrasioni e tagli sulla superficie della gomma in totale autonomia, risparmiando sul costo di riparazione e accorciando in modo notevole i tempi necessari per aggiustare il pneumatico. Di solito, il kit è fornito in sostituzione della ruota di scorta.

LEGGI ANCHE: Come si misura la pressione degli pneumatici? Col manometro!

Pneumatici tubeless: cosa altro sapere

Gli pneumatici tubeless hanno di solito un costo di mercato leggermente più alto dei modelli tradizionali con camera d’aria. D’altra parte, sono prodotti di elevata qualità e che sono in grado di offrire migliori performance in termini di stabilità e di grip. Le gomme senza camera d’aria, inoltre, hanno un ciclo di vita più duraturo e giustificano un investimento maggiore in sede d’acquisto. Si consiglia di scegliere la gomma più adatta alla propria vettura, sia essa a due o a quattro ruote, avvalendosi dei consigli del proprio gommista.